OPI Trieste - News dell'OPI di Trieste

News n° 940 del 04/06/2019

OPI Comics - Concorso rivolto agli studenti delle scuole medie superiori della provincia di Trieste

OPI COMICS - La professione infermieristica in un fumetto  - Concorso per le Scuole Medie Superiori della provincia di Trieste.

E se l’infermiere fosse un fumetto? La nuova iniziativa promossa da OPI Trieste si rivolge agli studenti: per esplorare e raccontare la professione dell’infermiere attraverso il loro sguardo, con le tecniche e il linguaggio espressivo delle tavole del fumetto.  Presiede la Giuria del Concorso il fumettista Lorenzo Pastrovicchio, nota firma delle pubblicazioni Walt Disney, Premio Topolino d’Oro per il migliore progetto Libri.

DEADLINE PARTECIPAZIONE CONCORSO: 12 LUGLIO 2019

E se l’infermiere fosse un fumetto, come ce lo potremmo immaginare? Simile a un supereroe dotato di poteri eccezionali per vegliare sulla nostra salute, capace di magie e giochi di prestigio per sconfiggere i nostri dolori, o “mimetizzato” fra i tanti personaggi cartoon, dai Peanuts a Mafalda, che commentano la realtà e le sfide del quotidiano?  Se lo è chiesto OPI Trieste, l’Ordine che raggruppa oltre 2000 infermieri e infermieri pediatrici della provincia, e che già due anni fa, insieme alla Casa del Cinema, aveva lanciato il Bando per la realizzazione di un cortometraggio sulla figura dell’infermiere. Questa volta il Concorso si svilupperà “formato cartoon”, per coinvolgere in modo specifico i giovani e giovanissimi in una prova d’autore creativa e stimolante: trasporre in fumetto la professionalità dell’infermiere.

Da queste premesse nasce OPI COMICS  2019, il Bando rivolto alle Scuole Medie Superiori della provincia di Trieste che contribuirà a raccontare, con lo sguardo della generazione Z e attraverso il linguaggio espressivo dei fumetti, il lavoro e la missione dell’infermiere, una categoria professionale che ci accompagna dalla nascita agli istanti estremi, ci assiste nei periodi delle cure e del recupero, condivide momenti di intimità legati al nostro bene più prezioso: la salute.  Al fianco di OPI Trieste, per valutare gli elaborati dei giovani cartoonist, ci sarà un protagonista davvero speciale, Lorenzo Pastrovicchio, presidente della Giuria di OPI COMICS: noto disegnatore dei personaggi Walt Disney, è stato premio Topolino d’Oro per il miglior progetto libri ed è storico collaboratore non solo di Topolino, ma anche per Grandi Classici, Paperinik, Giovani Marmotte, Wizards of Mickey e molte altre testate del gruppo Disney.

La partecipazione al Bando è gratuita: agli studenti di tutte le classi delle Scuole Medie Superiori OPI Trieste chiede di realizzare un fumetto dedicato alla professione infermieristica, che la rappresenti per le competenze professionali ed il ruolo sociale, ma anche sul piano del rapporto umano e nella sua attività scandita dal “take care” dell’assistito. Le tavole potranno raccontare il lavoro dell’infermiere nella sua quotidianità rivista in chiave attuale e al passo con l’evoluzione della professione. Non vi sono limiti rispetto al numero di vignette o di tavole, per le tecniche o le modalità di realizzazione (B/N, colori, etc). La deadline per l’invio degli elaborati è venerdì 12 luglio 2019, farà fede la data di spedizione postale oppure email utilizzando l’account segreteria@opitrieste.it. La mail dovrà contenere i dati anagrafici dell’autore e gli elaborati potranno anche essere frutto di un lavoro di gruppo.  Ogni autore, o gruppo, potrà partecipare inviando fino ad un massimo di 4 opere originali e inedite, di cui si possiedano i diritti. Il vincitore sarà annunciato pubblicamente entro il mese di luglio 2019 e riceverà una borsa di studio pari a un gettone di 500,00 €, da spendere per frequentare un corso/stage di formazione artistica, per sostenere con opportunità concrete la creatività e il talento dimostrato.

«Ci auguriamo di essere invasi dalla creatività fumettistica dei giovani – dichiara il presidente di OPI Trieste, Flavio Paoletti:  Ne è prova, accanto all’evoluzione dell’ultimo decennio, il nuovissimo Codice deontologico degli infermieri (approvato nell’aprile 2019), vero e proprio vademecum di una professione chiamata ogni giorno ad affrontare e risolvere i problemi, a rapportarsi con i pazienti, i colleghi, le istituzioni, le altre professioni. Degli infermieri vogliamo restituire la visione più moderna e dinamica, fatta di assistenza costante alla cronicità dei casi, più che di “effetti speciali” nelle emergenze della vita. Una professione al fianco di chi necessita assistenza che, nel passaggio da Collegio a Ordine, si è evoluta in entità “sussidiaria” dello Stato con l’approfondimento di ruoli, responsabilità e rinnovata capacità di intervento».